Cerca
Close this search box.

Sposarsi col pancione. Ancora un tabù?

Se avete deciso di coronare il vostro sogno d’amore con in arrivo già il frutto del vostro Incontro, sappiate che sposarsi col pancione non è più un tabù e non abbiate remore a mostrare la bellezza delle vostre rotondità!

Sì perché se in un passato neppure troppo remoto, l’imprevista gravidanza veniva vissuta con imbarazzo ed in molti casi, celata, per preservare la dignità familiare, negli ultimi tempi viene esibita con gioia ed orgoglio e valorizzata grazie alle scelte di moltissimi atelier.

Il matrimonio “in attesa” gode di un nuovo riconoscimento anche grazie alle scelte di moltissime star dello showbiz, italiano ed internazionale, che hanno esibito, felici, il pancione, fasciate in meravigliosi abiti creati appositamente per valorizzare il corpo, mutato, delle future mamme.

E così, da recenti sondaggi, sembrerebbe che questa scelta venga sempre più ampiamente condivisa e, lungi da tenere nascosta la pancina prominente, con balze di organza e chiffon, si sta optando con più frequenza, e con la collaborazione di nuove collezioni specializzate, per abiti che accompagnano le formi addolcite del corpo, valorizzando il decolletè ora generoso, senza rinunciare al velo e allo strascico.

Ci si sposa ormai a gravidanza avanzata, generalmente durante il secondo trimestre, quando il corpo della donna è sbocciato e vive serenamente questa sua nuova forma, a voler significare che accanto a noi c’è una terza persona che ha il diritto di partecipare alla gioia di questo Momento e di testimoniare, con la sua presenza viva, l’amore e il desiderio dei due sposi di dire “per sempre”.

Facebook
Twitter
LinkedIn

Connettiti & seguici

Articoli Correlati